Cibus 2018 – Consumi sempre più orientati al wellness

di redazione Baganzola 09 maggio 2018 –  Lo stile dei consumi degli italiani, mutato anche a causa della crisi economica, si dirige verso il wellness, quindi verso benessere e food safety, accompagnato però dalla voglia di sperimentare nuovi gusti e sapori e dalla ricerca di gratificazioni personali.

Questo è quanto emerso nel corso del convegno di IRI (Information Resourches Inc.), “Le Nuove Frontiere del Food”, tenutosi ieri a Cibus.

Il convegno ha evidenziato che l’alimentare si è imposto come elemento trainante dei consumi nella Grande Distribuzione: per ogni 100 euro spesi in prodotti confezionati di largo consumo in Gdo, oltre 68 sono destinati ad alimenti e bevande.

Dal Future Food Institute di Bologna è inoltre emerso che il futuro del cibo passa anche attraverso cambiamenti nei comparti dell’allevamento e dell’agricoltura.

Due facce della stessa medaglia che devono sempre più strettamente collaborare come è infatti stato ben evidenziato nel convegno di apertura di CIBUS lo scorso 7 maggio.

Una impostazione che Mulino Alimentare Spa, uno dei principali player  nazionali del settore lattiero caseario, ha iniziato a cavalcare da diversi anni, entrando direttamente nella “governance” della filiera casearia attraverso specifici accordi di stretto parternariato che dalla “terra” si proiettano alla “Grande Distribuzione” Organizzata”.

Un progetto innovativo e originale che molte soddisfazioni sta regalando alla impresa di Baganzola (PR), primo fra tutti il consolidamento del mercato canadese.

Mulino Alimentare spa è al Padiglione 2 Stand A030 di CIBUS International Food Exhibition,  pronto a accogliere i professionisti e i buyer per  presentare le sue ultime novità.

#cibus2018 #cibusparma