Parmigiano Reggiano, dallo Shuttle all’Everest con Maurizio Cheli

di Redazione 17 febbraio 2018 – Non c’è che dire. Il Parmigiano Reggiano è il formaggio dei record e dell’avventura. Se poi trova l’occasione di familiarizzare con un personaggio emiliano, per la precisione di Zocca come Vasco Rossi, e per di più con la testa fra le nuvole come Maurizio Cheli, allora il gioco è fatto.

Energia chiama energia!

Maurizio Cheli è il primo astronauta italiano a ricoprire il ruolo di Mission Specialist a bordo dello Space Shuttle Columbia partecipando ,nel 1996, alla missione STS-75 Tethered Satellite.
E da quella missione in poi, il Parmigiano Reggiano non è più sceso dagli Shuttle che hanno sorvolato le nostre teste.

Grazie a Cheli, il Re dei formaggi è diventato il “Formaggio più veloce al mondo” avendo raggiunto la considerevole velocità di 28.000 km/ora e, altro record, l’unico alimento a essere andato nello spazio senza essere trattato e/o elaborato con processi chimici o fisici.

Così come Casaro l’ha fatto!


Maurizio Cheli, con i suoi racconti “spaziali”, ha incantato i molti che si sono riversati allo stand del Consorzio del Parmigiano Reggiano, allestito alla fiera del Turismo e Outdoor di Parma.

Un’ora ad ascoltare, tuti incantati dalla semplicità di quest’uomo, che a 59 anni è pronto per avventurarsi oltre 8.000 metri di quota.
L’Everest, ha confessato Maurizio Cheli, è entrato nelle sue fantasie da quando l’ha sorvolato nel 1996.

Ed oggi, dopo una preparazione specifica, è pronto ad affrontare la più alta vetta al mondo sempre in compagnia del suo fedele “Parmigiano Reggiano”.

A marzo partirà per la nuova avventura e noi saremo pronti a pendere ancora dalle sue labbra una volta che questo avventuriero, mai stato scalatore prima d’ora, avrà fatto rientro in terra d’origine.

Forza e in bocca al lupo. grande Maurizio!

Ma che aria tira a Zocca?