CETA, crescono gli affari dopo l’accordo. Mulino Alimentare leader del comparto.

Mulino Alimentare Spa, leader nell’export di formaggio Parmigiano Reggiano in Canada, conta nel prossimo triennio di incrementare le vendite passando da 12.000 a 35.000 forme annue. Unioncamere Emilia Romagna cita l’esperienza di Mulino Alimentare.

Parma 23 ottobre 2017 –

“Piace la qualità e la genuinità del formaggio ma piace soprattutto la sua storia e il suo territorio d’origine. vendiamo loro qualcosa che non hanno”. Così sottolinea Claudio Guidetti, AD di Mulino Alimentare spa, riportato da La Voce dell’Emilia sabato 21 ottobre scorso, riprendendo un comunicato stampa di Unioncamere che tracciava i risultati a un mese dalla entrata in vigore dell’accordo di libero scambio tra Italia e Canada (CETA).

“E pare che in Emilia Romagna stia producendo effetti positivi – scrive La voce dell’emilia-. Sono 321 le imprese dell’agroalimentare emiliano-romagnolo che nel 2016 hanno esportato in Canada (erano 308 nel 2015 e 288 nel 2014) per un valore complessivo di 93.000.000 di euro”. “Svettano -prosegue il comunicato- le aziende di Parma e Modena con un flusso rispettivamente di  pari a 30.814.000 e 21.256.00 euro.”